Deep Space Network IT

Hayabusa 2: iniziato il viaggio di rientro sulla Terra

13 novembre 2019
Alle 10:05 (2:05 in Italia) è iniziato il viaggio di rientro della sonda Hayabusa 2 che giungerà sulla Terra nel Dicembre del 2020 nei pressi del poligono militare di Woomera, in Australia, con il prezioso carico di campioni raccolti sulla superficie dell'asteroide Ryugu.

Alle 10:05 (2:05 in Italia) è iniziato il viaggio di rientro della sonda Hayabusa 2 che giungerà sulla Terra nel Dicembre del 2020 nei pressi del poligono militare di Woomera, in Australia, con il prezioso carico di campioni raccolti sulla superficie dell'asteroide Ryugu.
La sonda lascerà ufficialmente Ryugu il 18 Novembre quando avrà abbandonato la sua regione di attrazione gravitazionale: sino a quel momento verranno scattate periodicamente delle immagini del'asteroide, chiamate "Farewell Observation durante la fase di allontanamento.
Lo scorso 2 Ottobre la sonda aveva rilasciato gli ultimi due robot Minerva sulla superficie dell'asteroide. Dalla forma di un piccolo disco e grandi quanto un piatto da tavola, i due robot dotati di fotocamere, termometri e altri sensori hanno analizzato la superficie dell’asteroide sino all'8 di Ottobre e inviato i dati sulla Terra.

fonti: JAXA

Dello stesso argomento
  • JAXA: la Martian Moons eXplorations entra nella fase di sviluppo
    24 febbraio 2020
    L'agenzia spaziale giapponese ha approvato la fase di sviluppo di una missione per recuperare un campione dalla luna marziana Phobos con ritorno sulla Terra il cui lancio è previsto nel 2024.
  • Hayabusa2: possibile estensione della missione dopo il rientro dei campioni sulla Terra
    29 luglio 2020
    La sonda giapponese Hayabusa 2 è sulla via del ritorno a casa dopo aver raccolto i campioni dall'asteroide Ryugu. Ma la missione della sonda potrebbe essere estesa per raggiungere, dopo la consegna dei campioni, altri due possibili siti candidati per svolgere nuove analisi.
  • OSIRIS-REx: perché l'asteroide Bennu espelle particelle nello spazio?
    10 settembre 2020
    L'asteroide Bennu, attualmente allo studio della sonda OSIRIS-REx della NASA, mostra una sorprendente attività sulla sua superficie e gli scienziati stanno iniziando a capire da cosa potrebbe essere causata.
  • OSIRIS-ReX indaga sulle espulsioni di particelle dell'asteroide Bennu
    06 dicembre 2019
    Dopo l'arrivo della sonda OSIRIS-REx all'asteroide Bennu una scoperta inaspettata da parte del team scientifico della missione ha rivelato che l'asteroide poteva essere attivo o scaricare costantemente particelle nello spazio.
  • OSIRIS-REx si prepara al test di "Matchpoint"
    07 agosto 2020
    Il primo veicolo spaziale di campionamento di asteroidi della NASA sta effettuando gli ultimi preparativi per prelevare un campione dalla superficie dell'asteroide Bennu. La prossima settimana la missione OSIRIS-REx effettuerà una seconda prova della sua sequenza di touchdown, denominata "Matchpoint", esercitando le attività di raccolta dei campioni un'ultima volta prima di toccare la superficie Bennu nel prossimo autunno.