Deep Space Network IT

Hayabusa2 completa con successo anche il secondo touchdown

11 luglio 2019
La JAXA ha confermato che anche il secondo touchdown previsto da Hayabusa2 sull'asteroide Ryugu è stato un successo.

La JAXA ha confermato che anche il secondo touchdown previsto da Hayabusa2 sull'asteroide Ryugu è stato un successo. La sonda ha prelevato i campioni dal cratere artificiale creato con il dispositivo SCI nei primi giorni di Aprile. Nonostante la prima missione fosse stata un successo i responsabili della JAXA hanno deciso di procedere con la manovra, che comunque presenta elevati rischi, per il grande valore scientifico.
È la prima volta nella storia che una sonda riesce a raccogliere campioni di un asteroide da due punti differenti dello stesso oggetto. Nel 2005 la sonda Hayabusa1 dovette rinunciare al secondo touchdown sull'asteroide Itokawa a causa di problemi d'assetto.
Il materiale raccolto dal secondo touchdown proviene dal sottosuolo ed è dunque stato protetto da uno strato regolite che ha schermato l'azione del vento solare e dei raggi cosmici negli ultimi milioni di anni. Raffrontarne la composizione con quella del campione ottenuto durante il primo touchdown permetterà di capire quali sono i meccanismi che agiscono nello spazio interplanetario a livello molecolare.
Hayabusa2 completerà la missione con il rilascio dei restanti rover MINERVA entro l'estate per poi iniziare a novembre il suo viaggio di ritorno che la riporterà sulla Terra a Dicembre del 2020.

fonti: JAXA

Dello stesso argomento