Deep Space Network IT

Pubblicati i risultati scientifici di ExoMars

11 aprile 2019
Tramite due articoli pubblicati su Nature sono stati riportati i primi risultati delle ricerche scientifiche svolte dalla sonda ExoMars sul pianeta rosso: la sonda non è riuscita a trovare il metano rilevato sia da un’altra sonda europea, cioè Mars Express, che da Curiosity della NASA, nel 2013.

Tramite due articoli pubblicati su Nature sono stati riportati i primi risultati delle ricerche scientifiche svolte dalla sonda ExoMars sul pianeta rosso: la sonda non è riuscita a trovare il metano rilevato sia da un’altra sonda europea, cioè Mars Express, che da Curiosity della NASA, nel 2013. L’assenza di rilevamento del metano da parte di Tgo potrebbe portare a ipotizzare un processo ancora sconosciuto che elimina molto velocemente questo gas dall’atmosfera, emesso dal sottosuolo. Le ipotesi sono diverse, tra cui anche l’assorbimento del metano da parte delle particelle di sabbia, ma in futuro si studierà anche la possibilità di un’origine organica.

fonti:

Dello stesso argomento
  • ExoMars: trovate nuove tracce di gas nell'atmosfera marziana
    28 luglio 2020
    L'ExoMars Trace Gas Orbiter dell'ESA ha individuato nuove firme di gas su Marte. Questi dati ci svelano nuovi segreti sull'atmosfera marziana e consentiranno una determinazione più accurata dell'esistenza di metano, un gas associato all'attività biologica o geologica, sul pianeta.
  • ExoMars: la missione è stata rinviata al 2022
    13 marzo 2020
    L'Agenzia Spaziale Europea (ESA) e la Roscosmos Space Corporation hanno deciso di rimandare il lancio della seconda missione ExoMars per studiare il Pianeta Rosso al 2022.
  • DragonFly: cinque motivi per esplorare Titano
    26 febbraio 2020
    La NASA è al lavoro per realizzare il drone volante DragonFly che esplorerà la superficie di Titano. Scopriamo i motivi per i quali una missione sulla luna di Saturno è diventata uno degli obiettivi più allettanti per la ricerca spaziale.
  • ExoMars: aggiornamenti al rover e nuovi test del paracadute
    18 maggio 2020
    La seconda missione ExoMars dell'ESA, prevista per il lancio sul Pianeta Rosso nel 2022, sta sfruttando il nuovo tempo a disposizione per aggiornare alcuni degli strumenti del rover e prepararsi ai successivi test del paracadute ad alta quota.
  • Curiosity rileva la più alta presenza di Metano
    25 giugno 2019
    Durante una rilevazione tramite lo strumento SAM avvenuta lo scorso weekend, il rover Curiosity ha riscontrato la più alta concentrazione di metano mai registrata sul pianeta pari a 21 parti per miliardo di unità di volume.