Deep Space Network IT

"Missione Completata", la NASA conferma la morte di Opportunity

13 febbraio 2019
Dopo 15 anni di servizio la NASA ha decretato la fine del rover Opportunity che non si è più risvegliato, nonostante gli innumerevoli tentativi effettuati, dopo la tempesta di sabbia che lo ha colpito nel Giugno 2018.

Dopo 15 anni di servizio la NASA ha decretato la fine del rover Opportunity che non si è più risvegliato, nonostante gli innumerevoli tentativi effettuati, dopo la tempesta di sabbia che lo ha colpito nel Giugno 2018. Con quasi 217mila fotografie scattate e oltre 70 indagini scientifiche svolte (percorrendo 45km rispetto al solo km per cui era previsto), Opportunity resta attualmente il rover più longevo nella storia dell'esplorazione spaziale.

fonti: NASA, Jet Propulsion Laboratory

Dello stesso argomento
  • La NASA prepara una missione per lo studio delle grandi emissioni di particelle solari
    01 aprile 2020
    Una serie di sei veicoli spaziali, ciascuno delle dimensioni di un tostapane, ci aiuterà a comprendere la nostra stella e a proteggere gli astronauti che viaggiano oltre la Terra.
  • La NASA seleziona nuove missioni per studiare stelle, galassie e collisioni cosmiche
    17 marzo 2020
    La NASA ha selezionato quattro proposte nell'ambito del programma Explorer per studiare le esplosioni cosmiche e i detriti che si lasciano alle spalle, oltre a monitorare come i brillamenti stellari possono influenzare le atmosfere dei pianeti in orbita attorno ad esse.
  • JAXA: la Martian Moons eXplorations entra nella fase di sviluppo
    24 febbraio 2020
    L'agenzia spaziale giapponese ha approvato la fase di sviluppo di una missione per recuperare un campione dalla luna marziana Phobos con ritorno sulla Terra il cui lancio è previsto nel 2024.
  • Curiosity: trovati indizi di antico ghiaccio marziano sepolto nelle rocce
    25 maggio 2020
    Studiando gli elementi chimici presenti oggi su Marte, inclusi carbonio e ossigeno, gli scienziati possono ricostruire la storia di un pianeta che una volta aveva le condizioni necessarie per sostenere la vita. Utilizzando il rover Curiosity della NASA, gli scienziati hanno trovato prove dell'esistenza di laghi di lunga durata e hanno anche scavato trovando composti organici e elementi chimici della vita.
  • MAVEN: mappate le correnti elettriche intorno al pianeta
    28 maggio 2020
    Cinque anni dopo l' entrata in orbita attorno a Marte del veicolo spaziale MAVEN della NASA, i dati della missione hanno portato alla creazione di una mappa dei sistemi di corrente elettrica nell'atmosfera marziana. Queste correnti svolgono un ruolo fondamentale nella perdita atmosferica che ha trasformato Marte da un mondo che avrebbe potuto sostenere la vita a un deserto inospitale.