Deep Space Network IT

Completato l'assemblaggio del JWST

04 settembre 2019
La NASA ha completato l'assemblagggio del James Webb Space Telescope, il successore di Hubble che a partire dal 2021 verrà messo in orbita migliorando e ampliando le scoperte fatte dal suo predecessore.

La NASA ha completato l'assemblagggio del James Webb Space Telescope, il successore di Hubble che a partire dal 2021 verrà messo in orbita migliorando e ampliando le scoperte fatte dal suo predecessore.
L'assemblaggio ha coinvolto le due parti principali del veicolo spaziale, ovvero il telescopio e l'astronave, che sono state agganciate meccanicamente e verranno successivamente effettuati i cablaggi e i test dei collegamenti elettrici.
A seguire saranno effettuati dei test per garantire il corretto funzionamento dei sistemi e soprattutto il dispiegamento dell'intricato schermo solare a cinque strati, progettato per mantenere freddi gli specchi e gli strumenti scientifici bloccando la luce a infrarossi proveniente dalla Terra, dalla Luna e dal Sole. La capacità di questo "parasole" di dispiegarsi nella sua forma corretta è fondamentale per il successo della missione.
Il lancio è previsto per Marzo 2021 ma già in passato è stato posticipato per garantire il perfetto funzionamento di ogni componente. Infatti, a differenza di Hubble che è posto in orbita terrestre, Webb orbiterà intorno al Sole nel punto L2 di Lagrange. Questo garantirà comunicazioni continue con il centro di controllo e un'ininterrotta raccolta di dati non essendo ostacolato dall'interferenza oscuratrice dell'orbita lunare. Ciò impedirà però qualsiasi possibilità di effettuare riparazioni in caso di malfunzionamenti, perciò è fondamentale che il telescopio raggiunga l'orbita di funzionamento in condizioni perfette.

fonti: NASA

Dello stesso argomento
  • Psyche: completato il design della missione, ora inizia la fase di costruzione
    10 luglio 2020
    Psyche, la missione della NASA che avrà il compito di esplorare l'asteroide metallico che porta lo stesso nome, ha recentemente superato un traguardo cruciale che lo avvicina alla data di lancio dell'agosto 2022. Ora la missione si sta spostando dalla pianificazione e progettazione alla produzione dell'hardware del veicolo spaziale che volerà verso il suo obiettivo nella cintura degli asteroidi tra Marte e Giove.
  • Rilevata la materia oscura in piccoli agglomerati
    14 gennaio 2020
    Usando il telescopio spaziale Hubble della NASA e una nuova tecnica di osservazione, gli astronomi hanno scoperto che la materia oscura forma grumi molto più piccoli di quelli precedentemente noti.
  • WFIRST utilizzerà la deformazione dello spazio-tempo per scovare nuovi esopianeti
    03 aprile 2020
    Il WFIRST (Wide Field Infrared Survey Telescope) della NASA cercherà i pianeti al di fuori del nostro Sistema Solare nel centro della nostra galassia, la Via Lattea, dove si collocano la maggior parte delle stelle. A differenza dei predecessori che utilizzano la tecnica del transito, WFIRST li cercherà tramite l'effetto opposto: piccoli picchi di luminosità prodotti da un fenomeno di flessione della luce chiamato microlensing.
  • Euclid, alla caccia della Materia Oscura
    24 luglio 2019
    La missione Euclid dell'ESA prosegue nella sua fase di assemblaggio con la cooperazione tra le agenzie spaziali di Francia, Germania, Gran Bretagna e Italia, più un contributo da parte della NASA.
  • Mars 2020: Ingenuity, l'elicottero che verrà caricato a bordo di Perseverance
    06 maggio 2020
    Durante le ultime fasi di preparazione al lancio del rover Perseverance nella finestra che si aprirà tra luglio e agosto, è stato caricato a bordo un elicottero che inizierà ad operare circa dopo due mesi e mezzo dall'atterraggio.