Deep Space Network IT

Marte, confermata la presenza di metano

01 aprile 2019
Una recente revisione dei dati del 2013 recuperati dalla sonda Mars Express in seguito a una segnalazione da terra del rover Curiosity, ha confermato la presenza di metano sul pianeta rosso in corrispondenza del cratere Gale.

Una recente revisione dei dati del 2013 recuperati dalla sonda Mars Express in seguito a una segnalazione da terra del rover Curiosity, ha confermato la presenza di metano sul pianeta rosso in corrispondenza del cratere Gale. Il risultato è importante poichè per la prima volta due tipologie differenti di rilevazioni hanno portato al medesimo risultato. Lo studio inoltre è stato condotto da un team di ricercatori guidato dall'italiano Marco Giuranna dell'Istituto Nazionale di Astrofisica.

fonti: ESA

Dello stesso argomento
  • Mars Express: scatti dalla superficie scolpita del Pianeta Rosso
    15 maggio 2020
    Incredibili immagini inviate da Marte mostrano come sul pianeta la natura sia un potente scultore che ritrae un paesaggio fortemente sfregiato e fratturato. Questo terreno è stato formato da forze intense e prolungate che hanno agito sulla superficie di Marte per centinaia di milioni di anni.
  • DragonFly: cinque motivi per esplorare Titano
    26 febbraio 2020
    La NASA è al lavoro per realizzare il drone volante DragonFly che esplorerà la superficie di Titano. Scopriamo i motivi per i quali una missione sulla luna di Saturno è diventata uno degli obiettivi più allettanti per la ricerca spaziale.
  • Mars Express: Marte, un pianeta diviso a metà
    17 febbraio 2020
    Una nuova immagine giunta dalla sonda ESA Mars Express mostra come la morfologia e le caratteristiche della superficie marziana differiscono in modo significativo a seconda della posizione. L'emisfero settentrionale di Marte è piatto, liscio e, in alcuni punti, si trova alcuni chilometri più in basso rispetto al sud. L'emisfero meridionale, nel frattempo, è pesantemente craterizzato e disseminato di sacche di attività vulcanica passata.
  • Curiosity rileva la più alta presenza di Metano
    25 giugno 2019
    Durante una rilevazione tramite lo strumento SAM avvenuta lo scorso weekend, il rover Curiosity ha riscontrato la più alta concentrazione di metano mai registrata sul pianeta pari a 21 parti per miliardo di unità di volume.
  • Pubblicati i risultati scientifici di ExoMars
    11 aprile 2019
    Tramite due articoli pubblicati su Nature sono stati riportati i primi risultati delle ricerche scientifiche svolte dalla sonda ExoMars sul pianeta rosso: la sonda non è riuscita a trovare il metano rilevato sia da un’altra sonda europea, cioè Mars Express, che da Curiosity della NASA, nel 2013.