Deep Space Network IT

Beresheet
Riepilogo

Lo SpaceIL Lunar Lander o Beresheet (soprannominato "Sparrow" durante lo sviluppo) è un lander lunare realizzato dall'organizzazione israeliana, senza scopo di lucro, SpaceIL iniziato in orgine come progetto in gara per vincere il Google Lunar XPRIZE (GLXP).
Si tratta di un lander lunare con un sistema di propulsione in grado di lasciare l'orbita terrestre e di entrare in una traiettoria lunare. Il lander ha una massa di lancio di 585 kg, compresi 435 kg di carburante.
Beresheet è equipaggiato con strumenti per misurare il campo magnetico della luna e un dispositivo LRA fornito dalla NASA. Contiene inoltre una capsula digitale contenente manufatti culturali e storici israeliani.
Dopo l'atterraggio sulla superficie lunare, il lander originariamente aveva in previsione di accendere il sistema di propulsione per effettuare uno spostamento di almeno 500 m per soddisfare le regole del GLXP, ma dopo la chiusura del concorso questa attività è stata rimossa dalla pianificazione.
Nell'ottobre 2015 SpaceIL ha siglato un contratto tramite Spaceflight Inc. per lancio condiviso verso l'orbita terrestre tramite un razzo SpaceX Falcon-9 lanciato da Vandenberg, successivamente è stato ripianificato per il lancio assieme al satellite di comunicazioni PSN6 lanciato da Cape Canaveral.
Alla fine del 2017 SpaceIL ha tentato di raccogliere 20 milioni di dollari entro la fine dell'anno sia tramite donazioni pubbliche che dal governo israeliano, altrimenti sarebbe costretto a cancellare l'intera missione.

L'allunaggio mancato
L'atterraggio era previsto per l'11 aprile 2019 a Mare Serenitatis ma, dopo aver inviato l'ultimo selfie con la Luna sullo sfondo, una serie di anomalie al sistema di comunicazioni e al sistema di propulsione principale ha fatto schiantare la sonda sulla superficie lunare decretando il termine anticipato della missione.

Specifiche Tecniche
Beresheet è stato equipaggiato con due strumentazioni finalizzate al completamento degli obiettivi di missione previsti.
Magnetometro
Una volta che l'astronave sarà atterrata sulla Luna, inizierà a scattare foto del luogo di atterraggio. Effettuerà anche misurazioni del campo magnetico in un esperimento scientifico condotto in collaborazione con il Weizmann Institute e la NASA. I dati raccolti da questo esperimento saranno trasferiti alla sala di controllo della IAI durante i due giorni successivi all'atterraggio.

LRA - Laser Retroreflector Array

L'LRA è composto da una serie di specchi che forniscono un bersaglio per le misurazioni del puntamento laser da terra. Analizzando il tempo di andata e ritorno del raggio laser è possibile localizzare il punto in cui il veicolo spaziale o satellite si trova sulla sua orbita.
È un sistema completamente passivo progettato per riflettere gli impulsi laser sul loro punto di origine sulla Terra e viene utilizzato per la calibrazione del sistema POD (Precise Orbit Determination) del veicolo spaziale.

Cronologia Missione
22-02-2019 Beresheet: lancio da Cape Canaveral
04-04-2019 Beresheet: inserimento in orbita Lunare
11-04-2019 Beresheet: atterraggio sulla Luna
Oggetti
  • Luna
    Satellite naturale

    Il solo satellite della Terra che orbita a circa 384400 km dal pianeta.

Obiettivi

Beresheet rimarrà nell'orbita terrestre per circa un mese, allargando lentamente la sua ellisse fino a raggiungere l'apogeo, il suo punto più lontano dalla Terra, a circa 400.000 km di distanza. A questo punto la navicella rallenterà per permetterne la cattura dalla gravità della Luna e attirarla nella sua orbita.
Beresheet dovrebbe atterrare tra l'11 e il 12 aprile in una zona scura di un antico campo vulcanico visibile dalla Terra, noto come Mare della Serenità (Mare Serenitatis in latino). Gli astronauti dell'Apollo 17 della NASA sbarcarono vicino a questa regione l'11 dicembre 1972.
Sebbene l'obiettivo principale della sua missione sia quello di atterrare in sicurezza, l'astronave tenterà di svolgere esperimento scientifici sia in orbita che durante l'atterraggio e sul terreno. La finestra di opportunità per svolgere le ricerche è molto ridotta: solo tre giorni dopo l'atterraggio poichè il veicolo spaziale può sopportare il calore del giorno lunare.
Il Lunar Reconnaissance Orbiter (LRO) della NASA, una delle tre navicelle spaziali dell'agenzia che circonda e studia la Luna, analizzerà i gas rilasciati dal motore di discesa di Beresheet mentre il lander si avvicina alla superficie.
Nel frattempo, gli scienziati dell'Università della California a Los Angeles, dell'Istituto israeliano di scienza Weizmann e di altre organizzazioni globali si affideranno ai dati del magnetometro di Beresheet per studiare se le rocce lunari contengano una traccia storica del campo magnetico.
Un altro esperimento di Beresheet riguarderà uno piccolo strumento chiamato Array Laser Retroreflector. Più piccolo di un mouse per computer, questo dispositivo presenta otto specchi fatti di quarzo inseriti in una cornice di alluminio a forma di cupola. Questa configurazione consente al dispositivo di riflettere la luce proveniente da qualsiasi direzione fino alla sua sorgente. L'altimetro laser di LRO, uno strumento che misura l'altitudine, proverà a sparare impulsi laser sul riflettore di Beresheet e quindi a misurare quanto tempo impiegherà la luce per riflettersi. Usando questa tecnica, gli ingegneri si aspettano di essere in grado di localizzare la posizione di Beresheet con una precisione inferiore ai 10 cm.

Notizie